22. Avviamento - Euro 13.779 milioni

 

Milioni di euro al 31.12.2019 Variaz. perim. Differ. cambio Impairment Offsetting costo storico con fondo impairment Altri movimenti al 31.12.2020
  Costo storico Impairment cumulati Valore netto           Costo storico Impairment cumulati Valore netto
Iberia 11.177 (2.392) 8.785  - - - - - 11.177 (2.392) 8.785
Cile 1.209 - 1.209 - (4) - - - 1.205 - 1.205
Argentina 276 - 276 - - (253) - (1) 275 (253) 22
Perù 561 - 561 3 - - - - 564 - 564
Colombia 530 - 530 - - - - - 530 - 530
Brasile 1.411 - 1.411 - (138) - - - 1.273 - 1.273
Centro America 23 - 23 2 - - - - 25 - 25
Messico 19 - 19 - (1) (18) - - 18 (18) -
Nord America Enel Green Power 70 - 70 - - - - - 70 - 70
Nord America Enel X 335 - 335 - (28) - - (123) 184 - 184
Asia Pacifico Enel X - - - - - - - 84 84 - 84
Resto d’Europa Enel X(1) 3 - 3 4 - (3) - 39 46 (3) 43
Italia Enel X 19 - 19 (19) - - - - - - -
Italia Mercato(2) 579 - 579 - - - - 1 580 - 580
Italia Enel Green Power 20 - 20 - - - - - 20 - 20
Romania 414 (13) 401 - (7) - - - 407 (13) 394
Totale 16.646 (2.405) 14.241 (10) (178) (274) - - 16.458 (2.679) 13.779

(1) Include anche Tynemouth e Viva Labs.
(2) Include Enel Energia.

Matrice avviamento al 31.12.2020

Milioni di euro Generazione Termoelettrica e Trading Enel Green Power Infrastrutture e Reti Mercati finali Enel X Servizi Altro Totale
Italia Enel Green Power SpA - 20 - - - - - 20
Italia Mercato(1) - - - 580 - - - 580
Iberia - 1.190 5.788 1.807 - - - 8.785
Argentina - 3 19 - - - - 22
Brasile - 397 876 - - - - 1.273
Cile - 992 213 - - - - 1.205
Colombia - 307 223 - - - - 530
Perù 43 201 320 - - - - 564
Centro America - 25 - - - - - 25
Romania - - 336 58 - - - 394
Nord America Enel Green Power - 70 - - - - - 70
Nord America Enel X - - - - 184 - - 184
Asia Pacifico Enel X - - - - 84 - - 84
Resto d'Europa Enel X(2) - - - - 43 - - 43
Totale 43 3.205 7.775 2.445 311 - - 13.779

 


(1) Include Enel Energia.
(2) Include Viva Labs.

Matrice avviamento al 31.12.2019

Milioni di euro Generazione Termoelettrica e Trading Enel Green Power Infrastrutture e Reti Mercati finali Enel X Servizi Altro Totale
Italia Enel Green Power SpA - 20 - - - - - 20
Italia Mercato (1) - - - 579 - - - 579
Italia Enel X - - - - 19 - - 19
Iberia - 1.190 5.788 1.807 - - - 8.785
Argentina - 40 236 - - - - 276
Brasile - 397 1.014 - - - - 1.411
Cile - 996 213 - - - - 1.209
Colombia - 307 223 - - - - 530
Perù 43 198 320 - - - - 561
Centro America - 23 - - - - - 23
Romania - - 342 59 - - - 401
Nord America Enel Green Power - 70 - - - - - 70
Messico - 19 - - - - - 19
Nord America Enel X -   - -  335 -  -  335
Resto d'Europa Enel X (2) 3 - - - - - - 3
Totale 46 3.260 8.136 2.445 354 - - 14.241

(1) Include Enel Energia.
(2) Include Tynemouth.

Il decremento di 462 milioni di euro dell’avviamento è attribuibile maggiormente alla voce “Impairment”, pari a 274 milioni di euro e scaturita principalmente dalle svalutazioni attuate in Argentina (253 milioni di euro) e Messico (18 milioni di euro) a seguito di impairment test, nonché ai 3 milioni di euro di svalutazione dell’avviamento iscritto su Tynemouth.

La variazione negativa di perimetro è riconducibile esclusivamente alla finalizzazione dell’allocazione del prezzo di acquisto di Paytipper, in parte compensata sia dai 4 milioni registrati dalla società Viva Labs e relativi a una differenza di consolidato in attesa di allocazione mediante completamento di PPA, sia dall’avviamento iscritto con l’acquisizione di nuove società (Los Pinos, Enel Solar).

Le “Differenze cambio” sono dovute soprattutto a un cambio sfavorevole in Brasile, negli Stati Uniti, in Romania, in Cile e in Messico.

Gli altri movimenti invece sono riconducibili alla riallocazione del goodwill associato ad alcune CGU, al fine di riflettere gli effetti derivanti dalle operazioni di riorganizzazione societaria concluse dal Gruppo nel corso del 2020, con particolare riferimento:

  • alla separazione del business delle rinnovabili del Messico dal perimetro del Centro America, oggetto di fusione nell’ambito dell’operazione Astrid, a seguito dei cambiamenti organizzativi intervenuti nel corso del 2020;
  • alla definizione delle CGU Enel X Resto d’Europa ed Enel X Asia Pacifico, a completamento del processo di riorganizzazione delle attività (essenzialmente connesse alle proprietà intellettuali) di Enel X North America.

I criteri adottati per l’identificazione delle Cash Generating Unit (CGU) ai fini dei test di impairment si sono basati, coerentemente con la visione strategica e operativa del management, essenzialmente sulla natura specifica del business di riferimento, sulle regole di funzionamento e le normative dei mercati in cui si opera, tenendo conto anche dell’organizzazione aziendale nonché del livello di analiticità della reportistica monitorata dal management.

La riattribuzione dell’avviamento tra le nuove CGU precedentemente menzionate è stata effettuata in maniera specifica o sulla base del “relative value” di ciascuna CGU secondo quanto previsto dal principio contabile di riferimento.

La stima del valore recuperabile degli avviamenti iscritti in bilancio è stata effettuata determinando il valore d’uso delle CGU in esame mediante l’utilizzo di modelli discounted cash flow, che prevedono la stima dei flussi di cassa attesi e l’applicazione di un appropriato tasso di attualizzazione, determinato utilizzando input di mercato quali tassi risk-free, beta e market risk premium.
I flussi di cassa sono stati determinati sulla base delle migliori informazioni disponibili al momento della stima, tenuto anche conto dei rischi specifici delle singole CGU, e desumibili:

  • per il periodo esplicito, dal Piano Industriale approvato dal Consiglio di Amministrazione della Capogruppo, in data 23 novembre 2020, contenente le previsioni in ordine ai volumi, ai ricavi, ai costi operativi, agli investimenti, agli assetti industriali e commerciali, nonché all’andamento delle principali variabili macroeconomiche (inflazione, tassi di interesse nominali e tassi di cambio) e delle commodity. Si segnala che il periodo esplicito dei flussi di cassa preso in considerazione per l’impairment test è pari a tre anni;
  • per gli anni successivi, tenendo in considerazione le ipotesi sull’evoluzione di lungo termine delle principali variabili che determinano i flussi di cassa, la vita media utile residua degli asset o la durata delle concessioni.

In particolare, il valore terminale è stimato in base alle specificità dei business relativi alle diverse CGU sottoposte alla procedura di impairment:

  • perpetuità, in riferimento ai business di generazione con tecnologia Large Hydro (LH) e distribuzione, in cui licenze e concessioni presentano scadenze a lungo termine e facilmente rinnovabili e per i business Enel X, in quanto caratterizzati dallo sviluppo di know-how specifici sostenibili nel lungo termine;
  • rendita annua, nel caso di CGU caratterizzata prevalentemente dal business retail, la cui vita utile residua è pertanto sostanzialmente correlata alla durata media dei rapporti con i clienti e per i business di generazione termica convenzionale (Generation and Trading). La rendita annua è stata, inoltre, utilizzata in riferimento ai business da fonti rinnovabili (Enel Green Power) per tenere conto (i) del valore derivante dalla vita utile residua degli impianti e (ii) del valore residuo, nell’ipotesi di dismissione degli impianti, associato ai diritti di concessione, alla competitività dei siti produttivi (in termini di risorsa naturale) e alle interconnessioni di rete.

Il tasso di crescita nominale considerato (g-rate) è pari alla crescita di lungo periodo della domanda elettrica e/o dell’inflazione (in funzione del Paese di appartenenza e del business) e comunque non eccedente il tasso medio di crescita nel lungo termine del mercato di riferimento.
Si evidenzia inoltre che il Gruppo ha tenuto conto anche degli impatti derivanti dal cambiamento climatico nel lungo periodo, in particolare considerando nella stima del valore terminale un tasso di crescita di lungo termine allineato alla variazione della domanda elettrica 2030-2050 in base alle specificità dei business interessati.
Il Gruppo ha pertanto confermato le direttrici strategiche fondate sui trend legati alla transizione energetica. L’impiego di capitali è stato infatti incentrato sulla decarbonizzazione, attraverso lo sviluppo degli asset di generazione da fonte rinnovabile, sulle infrastrutture abilitanti legate allo sviluppo delle reti e sull’implementazione dei modelli a piattaforma, sfruttando al meglio l’evoluzione tecnologica e digitale, che favoriranno l’elettrificazione dei consumi, nonché lo sviluppo di nuovi servizi per i clienti finali.
In particolare, nel 2020, la roadmap di decarbonizzazione di Enel è stata aggiornata per cogliere l’accelerazione sullo sviluppo delle rinnovabili e sulla riduzione della capacità termica prevista nel nuovo Piano Strategico 2021-2023 e nelle ambizioni 2030 presentate nel Capital Markets Day 2020, fissando i seguenti obiettivi in linea con l’Accordo di Parigi:

Orizzonte temporale Obiettivo di riduzione di gas serra (GHG)
Breve termine 2023
  • Emissioni dirette Scope 1 a 148 gCO2eq/kWh (-32% rispetto al 2020)
Medio-lungo termine 2030
  • Emissioni dirette Scope 1 a 82 gCO2eq/kWh (-80% rispetto al 2017, coerente con un percorso 1,5 °C certificato SBTi) Riduzione del 16% delle emissioni indirette Scope 3 associate al consumo di gas da parte dei clienti finali rispetto al 2017
Lungo termine 2050
  • Piena decarbonizzazione del proprio mix energetico


Si segnala inoltre che gli scenari di piano utilizzati per la determinazione dei flussi hanno tenuto conto degli effetti del COVID-19.
Il valore d’uso determinato secondo le modalità sopra descritte è risultato superiore a quello iscritto in bilancio, a eccezione di quanto indicato successivamente.
Al fine di verificare la robustezza del valore d’uso delle CGU, sono state condotte analisi di sensitività sui principali driver di valore, in particolare WACC, tasso di crescita di lungo periodo e margini, le cui risultanze supportano integralmente tale valore.
Di seguito vengono riportati la composizione del saldo dei principali avviamenti per CGU, i tassi di sconto adottati e l’orizzonte temporale nel quale i flussi previsti vengono attualizzati.

Milioni di euro Importo avviamento Tasso di crescita (1) Tasso di sconto WACC pre-tax (2) Periodo esplicito flussi di cassa Terminal value (3) Importo avviamento Tasso di crescita (1) Tasso di sconto WACC pre-tax (2) Periodo esplicito flussi di cassa Terminal value (3)
  al 31.12.2020 al 31.12.2019
Iberia 8.785 1,65% 4,06% 3 anni Perpetuità/24 anni EGP/11 anni G&T 8.785 1,80% 4,59% 5 anni Perpetuità/26 anni EGP/9 anni G&T
Cile 1.205 1,97% 6,95% 3 anni Perpetuità/25 anni EGP/7 anni G&T 1.209 2,07% 7,41% 5 anni Perpetuità/25 anni EGP/9 anni G&T
Argentina 275 11,79% 41,61% 3 anni Perpetuità/1 anno G&T/5 anni LH 276 6,36% 21,84% 5 anni Perpetuità/1 anno G&T/4 anni LH
Perù 564 2,30% 6,73% 3 anni Perpetuità/24 anni EGP/10 anni G&T 561 2,39% 7,46% 5 anni Perpetuità/23 anni EGP/9 anni G&T
Colombia 530 3,04% 8,54% 3 anni Perpetuità/28 anni EGP/17 anni G&T 530 2,97% 9,01% 5 anni Perpetuità/27 anni EGP/16 anni G&T
Brasile 1.273 3,25% 9,35% 3 anni Perpetuità/26 anni EGP/8 anni G&T 1.411 3,61% 10,64% 5 anni Perpetuità/26 anni EGP/7 anni G&T
Centro America 25 1,97% 8,15% 3 anni 22 anni 42 2,01% 9,68% 5 anni 22 anni
Messico 18 1,43% 8,83% 3 anni 25 anni n.a. n.a. n.a. n.a. n.a.
Nord America Enel Green Power 70 1,97% 5,49% 3 anni 25 anni 70 2,01% 6,58% 5 anni 25 anni
Nord America Enel X 184 1,97% 8,25% 3 anni Perpetuità 335 2,01% 10,89% 5 anni Perpetuità
Asia Pacifico Enel X 84 2,02% 9,07% 3 anni Perpetuità n.a. n.a. n.a. n.a. n.a.
Resto d’Europa Enel X 39 2,02% 8,70% 3 anni Perpetuità n.a. n.a. n.a. n.a. n.a.
Italia Mercato 580 1,30% 9,98% 3 anni 15 anni 579 0,48% 10,23% 5 anni 15 anni
Italia Enel Green Power 20 1,38% 5,44% 3 anni Perpetuità/24 anni 20 1,03% 6,15% 5 anni Perpetuità/25 anni
Romania 394 2,35% 7,98% 3 anni Perpetuità/26 anni 401 2,00% 7,27% 5 anni Perpetuità/18 anni
CGU senza avviamento iscritto ma oggetto di test di impairment in presenza di appositi indicatori previsti dallo IAS 36 (4)                    
Australia - 1,35% 4,42% 3 anni 26 anni n.a. n.a. n.a. n.a. n.a.

(1) Tasso di crescita perpetua del flusso di cassa dopo il periodo esplicito.
(2) Il WACC pre-tax è calcolato con il metodo iterativo: il tasso di sconto che permette che il valore d’uso calcolato con i flussi pre-tax sia equivalente a quello calcolato con flussi post-tax scontati al WACC post-tax.
(3) Il valore del terminal value è stato stimato attraverso una rendita perpetua o una rendita attesa annua a rendimento crescente per gli anni indicati in colonna (G&T = Generation and Trading; EGP = Enel Green Power; LH = Large Hydro).
(4) In riferimento all’Australia si è reso necessario effettuare il test in seguito al peggioramento delle condizioni del mercato locale.

Al 31 dicembre 2020, dagli impairment test effettuati sulle CGU alle quali risultava allocato un avviamento è emersa una perdita di valore di 253 milioni di euro sulla CGU Argentina e di 308 milioni di euro sulla CGU EGP Messico. In riferimento alle CGU senza avviamento iscritto è emersa una perdita di valore di 23 milioni di euro sulla CGU Australia.